Creare un timer per operazioni ripetitive nelle applicazioni XAML WinRT

di , in WinRT 8.1, WinRT,

I timer sono oggetti che permettono l'esecuzione ripetuta di operazioni, con cadenza regolare e continua. Possiamo eseguire un timer per aggiornare, ad esempio, un contatore che informi l'utente della durata della sua sessione oppure attivare e disattivare alcuni elementi dell'interfaccia in modo temporizzato.

I timer sono strumenti di base per molti linguaggi e anche WinRT ne è fornito grazie alla classe ThreadPoolTimer e al metodo CreatePeriodicTimer.
Il metodo accetta i parametri per impostare la frequenza di esecuzione, l'handler che scatta all'arrivo della frequenza e l'handler che viene eseguito se il timer viene annullato.

int i = 0;
TimeSpan period = TimeSpan.FromSeconds(1);
var elapsedHandler = new TimerElapsedHandler((source) => {
  i++;

  Dispatcher.RunAsync(
    CoreDispatcherPriority.Normal,
    () => {
      tb1.Text = Convert.ToString(i);
    });
});
var destroyedHandler = new TimerDestroyedHandler((source) => {
  i = 0;

  Dispatcher.RunAsync(
    CoreDispatcherPriority.Normal,
    () => {
      tb1.Text = Convert.ToString(i);
    });
});
ThreadPoolTimer timer = ThreadPoolTimer.CreatePeriodicTimer(elapsedHandler, period, destroyedHandler);

Il periodo viene impostato con un TimeSpan e lo start avviene direttamente all'istanza del ThreadPoolTimer.
Come possiamo vedere nell'esempio, il codice che viene eseguito nell'handler su un thread diverso rispetto al thread dell'interfaccia, quindi se vogliamo riportare una informazione sui controlli dobbiamo usare il Dispatcher.

Oltre a CreatePeriodicTimer abbiamo a disposizione anche il metodo CreateTimer, che esegue una sola volta l'handler e non si ripete.

Il timer può essere interrotto invocando il metodo timer.Cancel();.

Commenti

Visualizza/aggiungi commenti

Creare un timer per operazioni ripetitive nelle applicazioni XAML WinRT (#63) 1010 1
| Condividi su: Twitter, Facebook, LinkedIn

Per inserire un commento, devi avere un account.

Fai il login e torna a questa pagina, oppure registrati alla nostra community.

Approfondimenti

I più letti di oggi