Utilizzare i Behaviors nelle Windows Store app

di , in WinRT 8.1,

Contestualmente all'uscita di Visual Studio 2013 è stato rilasciato il Behaviors SDK che aggiunge il supporto ai Behavior per le Windows Store app in XAML.

I Behaviors sono un insieme di classi che permettono la definizione direttamente nel markup di comportamenti e logiche in reazione alle azioni dell'utente o anche tra proprietà ed eventi dei controlli presenti nelle View o ancora tra i loro ViewModel, nel contesto del pattern Model-View-ViewModel.
La definizione di questi comportamenti direttamente nel markup permette di alleggerire i ViewModel (o il codice in generale) da logiche che esulano da processi applicativi in senso stretto e richiederebbero una discreta manutenzione, oltre a rendere il loro riutilizzo più semplice.

Per utilizzare i Behaviors è sufficiente aggiungere la reference alla libreria dal tab Extentions:

Nel markup è necessario aggiungere il namespace xml alle due librerie xmlns:Interactivity="using:Microsoft.Xaml.Interactivity" e
xmlns:Core="using:Microsoft.Xaml.Interactions.Core".

Successivamente possiamo usare uno dei Behavior a disposizione, ad esempio il DataTriggerBehavior:

<Grid x:Name="main">
  <Interactivity:Interaction.Behaviors>
    <Core:DataTriggerBehavior Binding="{Binding ShowMain}" 
                  ComparisonCondition="GreaterThanOrEqual"
                  Value="0">
                <Core:ChangePropertyAction TargetObject="{Binding ElementName=main}" 
                  PropertyName="Visibility">
                    <Core:ChangePropertyAction.Value>
                        <Visibility>Visible</Visibility>
                    </Core:ChangePropertyAction.Value>
                </Core:ChangePropertyAction>
            </Core:DataTriggerBehavior>
  </Interactivity:Interaction.Behaviors>
</Grid>

Commenti

Visualizza/aggiungi commenti

Utilizzare i Behaviors nelle Windows Store app (#61) 1010 1
| Condividi su: Twitter, Facebook, LinkedIn

Per inserire un commento, devi avere un account.

Fai il login e torna a questa pagina, oppure registrati alla nostra community.

Approfondimenti

I più letti di oggi